Nessuno nasce imparato  
     
 

RECENSIONI


 

Canta Napoli, Napoli economica

…Lezioni sistematiche sui principali concetti, problemi e teorie dell'economia, con tanto di epigrafi, riassunti degli argomenti e glossario finale, esposte con garbo spiritoso e vivace, ma pieno e gradevole, molti aneddoti e parecchio folclore.

L'obiettivo di renderli accessibili è raggiunto: l'auspicio di accostare piacevolmente allo studio dell'economia persone che finora ne siano rimaste lontane merita di essere condiviso…

Mario Talamona


 

"Nessuno nasce imparato": da Forcella a Milano, tutti a scuola di economia

… Un testo che, attraverso l'immaginaria e ironica figura di don Vincenzo - maestro in pensione - che accultura dialogicamente gli abitanti di Forcella ai segreti della "trista scienza" economica - sintetizza e semplifica con tanto di glossario finale le ferree leggi del mercato…

Donatella Trotta



La saggezza di George Bernard Shaw si avvicina molto a quella espressa dalla multiforme umanità che si incontra nelle pagine di Camillo Albanese nel suo Nessuno nasce imparato. Un libro che è nato con il fondato proposito di spezzare a tutti il pane dell'economia, di rendere accessibile all'elettricista di Brindisi e alla casalinga di Voghera concetti come l'accumulazione, l'utilità marginale o la legge di Say.

La finzione scenica trova la sua collocazione al Vico Tarallari, in uno dei quartieri di Napoli assurti quasi a simbolo della città, i vicoli di Forcella in cui "al primo piano di una palazzina mezzo diroccata abitava un vecchio signore, don Vincenzo, un maestro di scuola"…

Gianfranco Fabi


 

Una guida divertente

…Basta scorrere l'indice degli argomenti e vedere come vengono presentati nei vari capitoli (Il crollo di una cortigiana,; I promessi sposi; Un gioco d'adulti; Le tre grazie; Le montagne russe; Dame attratte dallo stesso amante, e così via)per rendersi conto della agilità mentale con cui i concetti risultano sviluppati e offerti alla comprensione del lettore. Il quale, favorevolmente coinvolto dalle "lezioni) del vecchio maestro, si vedrà proiettato dall'atmosfera ironica e disincantata di una "napoletanità" tanto cara a personaggi del folklore, dello spettacolo e del cinema quali totò e De Filippo…

Pasquale Tempesta



L'economia, un gioco da ragazzi

Nel libro di Camillo Albanese l'economia politica viene spiegata regalando ai lettori il sorriso di un maestro che dialoga pianamente con i suoi discepoli…

Fabio Tamburini



L'economia "di strada"

Una materia complessa divulgata tramite la commedia napoletana

L'argomento del libro è chiaramente autobiografico e l'autore ha inteso assumere la stessa sfida del suo protagonista: "insegnare a gente semplice una materia così difficile".

Gianni Di Fusco



Espansione

L'economia romanzata per l'ateneo

… Camillo Albanese ha introdotto un nuovo modo per trattare l'economia.

… Il linguaggio appare più vicino a Totò che ai professori della Bocconi, l'economia viene spiegata in modo chiaro e concettualmente rigoroso…

Milo Goj


 

L'economia spiegata al popolo

Grazie a questa storia, Albanese riesce a spiegare le nozioni economiche con una semplicità tale da rimanere a bocca aperta. Il libro scorre via tutto di un fiato comunicando al lettore concetti che molti danno per scontati, quando invece non lo sono.

Giancarlo Navach


 

Quando l'economia diventa romanzo

Un Romanzo per spiegare l'economia. L'idea è venuta a Camillo Albanese - giornalista e scrittore - autore del libro "Nessuno nasce imparato" Sperling & Kupfer editori.

L'economia si sa, è una materia da molti considerata ostica, quasi incomprensibile. Come sconfiggere, allora, questo pregiudizio? Basta inventarsi, come ha fatto Camillo Albanese nel suo libro, un umile maestro elementare in pensione, ma che crede ancora nell'insegnamento come missione, che s'improvvisa insegnante di economia nel vico dei Tarallari a Forcella di Napoli.

A un giornalista venuto da Milano, don Vincenzo spiega di voler insegnare questa materia "ai figli della disperazione, per fare concorrenza a quei signori delle vostre parti che insegnano ai figli di papà". Un insegnamento, proposto anche con l'intento di far sorridere…

Marco Langmann



Vincenzo e quella signora che chiamiamo economia

…Ecco dove acquista particolare significato la scelta ambientale del grande affresco della commedia napoletana. Un volume, quello di Albanese con due risvolti, quello serio che permette di apprendere sul tema dell'economia e quello ironico fondato sulla "commedia umana", come direbbe Balzac.

Un libro, dunque, come ci ha sottolineato l'autore, adatto a tutti i tipi di lettori e nato da una sorta di rivalsa sull'economia, una materia che per lo stesso Albanese è stata un cruccio giovanile. Ma si sa che proprio da certe situazioni irrisolte può nascere un migliore contributo all'arte e alla comunicazione, e oggi entrambe hanno assolutamente bisogno di una seria rivisitazione…

Ludovica Cantarutti


 

.