Opere principali
 


 







 

     
     
     
 
I personaggi che hanno fatto grande Napoli

Dagli Angiò ai Borbone, da Vico a Croce, da Pulcinella a Totò, i volti e le storie che hanno reso Napoli protagosnista della stori d'Italia

(Storia)

Settanta personaggi, dagli Angioini ai Borbone, da Vico a Croce, da Pulcinella a Totò rigoroso…i volti e le storie che hanno reso Napoli protagonista della storia d'Italia. Sono biografie costruite con notizie raccolte da fonti archivistiche, dai fondi più dimenticati, da biblioteche pubbliche e private e, per i personaggi più recenti, da testimonianze di quanti li hanno conosciuti. Vite ricostruite pezzo per pezzo nei loro aspetti meno noti, con l'accortezza giornalistica di una informativa completa e con il gusto letterario di prestare attenzione agli aspetti curiosi e divertenti delle singole esistenze. Benedetto Croce ci ricordava: «Quando v'immergete nello studio delle biografie di personaggi noti e meno noti, attenetevi alla più scrupolosa acribia nella documentazione e ricostruzione, oltre a dare conto della loro vita culturale e politica discepoli…andate a frugare nei loro aspetti più intimi facendo emergere anche il sentimento più recondito». L'insegnamento di Croce è stato la linea guida …Basta che mi ha condotto nella redazione di questi profili, prestando attenzione di renderli leggeri e piacevoli anche quando i personaggi sono di dimensioni tali che mai si penserebbe alla frivolezza o al particolare leggero. È, ad esempio, il caso di Tommaso D'Aquino; si è voluto ricordare che, nel refettorio di monastero San Domenico Maggiore di Napoli, essendo Tommaso di una mole considerevole, per consentire all'illustre ingegno di consumare con comodità il pranzo, i confratelli tolsero un buon semicerchio dal suo tavolo in modo che la pancia non impedisse agli arti superiori di giungere alle pietanze. Alla stessa maniera ho riportato le burle di Gino Doria, Alessandro Cutolo e Achille Geremicca, come le stramberie dell'abate Ferdinando Galiani, i tre funerali celebrati per Totò, le fanfaronate di Eduardo Scarfoglio, le alchimie di Raimondo di Sangro, i fasti e le ricchezze di Michele Imperiale, gli amori di Emma Hamilton e le sregolatezze di Edoardo Scarpetta. Con queste biografie ho voluto non risuscitare, ma far sorridere……Ecco risorgere dei personaggi che traggono il loro valore e il loro mistero dal fatto che sono più reali e più attuali che mai. Si dice che occuparsi di storia è un po' come vivere tra i morti, sì ma con il privilegio di potersi scegliere i propri compagni di viaggio. Ebbene, ho selezionato quelli che, a mio parere, hanno saputo maggiormente, con il loro genio e la loro arte rendere grande una città che, nel generale degrado, continua a conservare le sue antiche vestigia. Certo molti altri avrebbero potuto trovare, a buon diritto, collocazione idonea in questa "loggia di busti", ma nella scelta mi sono fatto guidare dal primo impulso, dall'immediatezza del ricordo, dalla simpatia e forse dall'emozione. Thomas Carlyle scrisse nella sua opera di biografie singole, Gli eroi, il culto degli eroi e l'eroico nella storia: «Nessun uomo grande vive invano. La storia del mondo non è altro che la biografia di grandi uomini». Eccone alcuni esempi.

 
 
 

 

     
     
 

 

 

 

Il matrimonio inglese del Principe Borboneorbone
(Romanzo storico)
Autori: Camillo Albanese - Silvio de Majo
 

Dicembre 1835, Napoli capitale del regno di Ferdinando II di Borbone. In uno scenario d'insolita bellezza, una città sfolgorante di palazzi nobiliari e salotti dorati, tra mito e storia, avviene l'incontro tra il principe Carlo - fratello del re - e la borghese Penelope Smyth, nipote dell'ambasciatore inglese di Napoli. Il romanzo racconta la storia di un amore appassionato, di una fuga dalle convenzioni della Corte, di un matrimonio fortemente voluto e altrettanto osteggiato cui segue il peregrinareDicembre 1835, Napoli capitale del regno di Ferdinando II di Borbone. In uno scenario d’insolita bellezza, una città sfolgorante di palazzi nobiliari e salotti dorati, tra mito e storia, avviene l’incontro tra il principe Carlo – fratello del re – e la borghese Penelope Smyth, nipote dell’ambasciatore inglese a Napoli. Il romanzo racconta la storia di un amore appassionato, di una fuga dalle convenzioni della Corte, di un matrimonio fortemente voluto e altrettanto osteggiato cui segue il peregrinare dei due protagonisti tra le Corti europee e l’intensa nostalgia del principe per quella città e quel rango abbandonati per sfida ma mai rinnegati. Il conflitto irreparabile tra sentimenti e ragion di Stato è il senso profondo della storia, qui trasposta nella realtà rarefatta del romanzo, ma che si presenta singolare proprio perché vera.

 

 

 

     
     
 
Elena, la principessa beduina

L'avventurosa vita di Elena di Francia duchessa d'Aosta

Con il contributo di Amedeo di Savoia duca d'Aosta
(Storia)

«Una Principessa di sangue reale, una gran donna, come ha riconosciuto la Storia, del tutto degna del Suo lignaggio di appartenenza e di quello in cui si era inserita per matrimonio.»

(Amedeo di Savoia-Aosta)

 

Poche donne possono gareggiare in ardimento, passione, fascino, intelligenza, temerarietà, spirito di avventura con Elena di Francia duchessa d'Aosta.
Della nobile famiglia Orléans, discendente diretta del re di Francia Luigi Filippo I, sposò Emanuele Filiberto duca d'Aosta, futuro comandante della gloriosa III Armata.
Fu esploratrice in Africa, terra che amò e nella quale realizzò i suoi sogni e le sue passioni: la percorse in lungo e in largo per anni, rischiando più volte la vita con la freddezza di un audace cavaliere.
Il coraggio, la tenacia, l'infinita curiosità erano le sue doti, che trasmise anche ai figli Amedeo e Aimone.
Già infermiera nella guerra di Libia, Elena comandò il Corpo Infermiere della Croce Rossa Italiana durante la Prima guerra mondiale e si meritò la medaglia d'argento al Valor Militare (una delle tante).
Fu sempre presente là dove c'era bisogno di rivisitazione…soccorrere il prossimo, sia durante le pubbliche calamità, sia tra i bisognosi.
Napoli, che l'accolse nel 1905 come propria Regina, l'amò e la venerò come sua Sovrana.

2007 - Mursia, Milano
pagine 270 ca.
Euro 18,00

 

 

 

     
 

 

 

Le curiosità di Napoli

Luoghi, personaggi e avvenimenti impressi nella memoria
e nel costume dei partenopei

(Storia)

Una Napoli riservata, misteriosa, affascinante dischiude i suoi intimi segreti. Come una donna dalla seducente bellezza, ci viene incontro ora severa, ora ammiccante, ci sussurra confidenze, ci racconta avventure di gioventù, amori passati, virtù violate, glorie raggiunte e successi conquistati. La città, così ricca di memorie storiche e di cronache intriganti, ci viene raccontata nei suoi aspetti più nascosti, dove protagonisti e comparse recitano la colorita commedia della loro vita. Sono nobili e popolani, artisti e dilettanti, uomini eccellenti e modesti, donne sante e amanti sfrenate, figure emblematiche che hanno fatto la storia di Napoli e ne hanno interpretato l'animo.
Da Pasquariello a Zingariello, da Enrico Caruso a Ferdinando Russo, da Matilde Serao a Maria Borsa (la cantante che inventò la "mossa"), da Enrico De Filippo…Nicola a don Rafele Buttigliere, da Giuseppe Moscati a Monzù Arena, da Antonio Genovesi al marchese Caccavone. Tante le scene esilaranti, come quella che vede la calata dei futuristi innovatori e stravaganti, nemici dei maccheroni ma mangiatori di spaghetti, si susseguono in un carosello interminabile e divertente. Camillo Albanese ricostruisce ogni luogo, personaggio e avvenimento
fin nei particolari, perché l'insieme risulti il più vivo possibile; il testo è inoltre arricchito da foto, incisioni e disegni, spesso inediti. Le curiosità di Napoli è un libro dettato da un sentimento appassionato verso la città di Napoli, che però non scivola nel sentimentalismo anche quando il racconto si fa ricordo personale.

2007 - Newton Compton Editori
pagine 320
Euro 18,00

 

     
 
Storie della città di Napoli
(Storia)

Re e regine, dame e cavalieri, santi e briganti, dotti e ignoranti - ora tragici, ora comici - rivivono in queste pagine la loro vita: di essi sono stati colti gli aspetti più intriganti, forse anche piccanti, i costumi e le tradizioni della loro epoca.

Questo libro è un invito alla scoperta di una città, Napoli, del suo volto segreto e misterioso, delle sue vestigia, di quella sua civiltà popolare, scettica e disincantata, che ha vissuto al limite dell'immaginario e troppo oltraggiata da luoghi comuni. La sua verità umana emerge dalla puntigliosa descrizione delle antiche tradizioni, dal suo folclore ricondotto alla società che lo espresse e lo alimentò.

2007 - Newton Compton Editori
pagine 416 ca., con sovraccoperta a 5 colori
Euro 18,00

 

Prefazione
Abstract

 

 

     
 

 

 

La Chiesa che perdona e non comprende i preti sposati
(Saggio)

È un'inchiesta sui preti sposati basata su una serie di testimonianze di ex sacerdoti, e delle loro donne che si sono trovati e si trovano a vivere prima la fase dell'innamoramento e poi quella del matrimonio, nonostante la contrarietà della gerarchia e della legge ecclesiastica. Un problema di vaste proporzioni che viene approfondito anche attraverso interviste a teologi, psicologi e filosofi al fine di fornire un panorama di opinioni qualificate, non sempre univoche, ma certamente utili a chiarire i vari aspetti del problema.

2004 - Edizioni Scientifiche Italiane
pagine 205
Euro 15,50

 

Introduzione
Abstract
     
 
A proposito degli spropositi
(Saggio)

È un vademecum destinato a tutti, perché tutti sono chiamati a parlare e a scrivere. È raccomandato in maniera particolare ai giovani che vogliono entrare nell'universo della comunicazione.
Il libro si presenta in forma semplice … e con quel tanto d'umorismo che rende gradevole la lettura.
La consultazione è facile perché, nel cercare di risolvere i vari e numerosi dubbi che la lingua italiana fa nascere, è stato usato l'ordine alfabetico.

2003 - Edizioni Scientifiche Italiane
pagine 95
Euro 8

 

Introduzione
Abstract
Parere dei critici

 

 

     
 

 

 

Un uomo di nome Benedetto

La vita di Croce nei suoi aspetti privati e poco noti

(Biografia)

È una biografia di Benedetto Croce elaborata sia raccogliendo e sistemando la ricca aneddotica, sia rintracciando testimonianze e confidenze inedite, degli amici e di quanti conobbero il grande filosofo.

2001 - Edizioni Scientifiche Italiane
pagine 236
Euro 17,56 (Lire 34.000)

 

Prefazione
Abstract
Parere dei critici



     
 
Le più belle del reame
Storie napoletane
(Storia)

È una ricostruzione della storia napoletana attraverso ventisette aneddoti, rigorosamente storici, che si susseguono secondo un filo cronologico, dal Trecento all'Ottocento.

2000 - Edizioni Scientifiche Italiane
pagine 188
Euro 14,46 (Lire 28.000)

 

Introduzione
Abstract
Parere dei critici




 

 

     
 

 

 

Tanto pe' pazzia'
(Poesie)

Raccolta di poesie in dialetto napoletano attraverso le quali si rivivono momenti caratteristici della Napoli di ieri e di oggi. È stato scritto che in quei versi si avverte lo stesso struggente attaccamento alla napoletanità che traspare dai racconti milanesi di Alberto Marotta.

1999 - Edizioni Realtà Sannita BN
pagine 59
Euro 6,20 (Lire 12.000)

 

Abstract
Parere dei critici




     
 
Cronache di una rivoluzione
Napoli 1799
(Storia)

È un'attenta e puntigliosa ricostruzione storica dei fatti accaduti a Napoli e nel mezzogiorno d'Italia nel 1799. Si narra della nascita della Repubblica Napoletana, della sua breve vita e della sua tragica fine.

1998 - Franco Angeli Editore
pagine 213
Euro 17,56 (Lire 34.000)

 

Prefazione
Abstract
Parere dei critici







 

 

     
 

 

 

Nessuno nasce imparato …Lezioni
(Economia)

È una commedia napoletana i cui dialoghi hanno per oggetto l'economia. Un modo nuovo … di rileggere l'economia, renderla meno noiosa se non addirittura attraente, scritta con l'intenzione di strappare un sorriso.

1994 - Sperling & Kupfer Editori
pagine 260
Euro 11,62 (Lire 22.500)

 

Introduzione
Abstract
Parere dei critici




     
     
 
Un regno perduto
(Storia)

È stata definita "una dotta sintesi della storia del regno di Napoli", parte dalla conquista del Meridione d'Italia da parte di Roberto il Guiscardo (Dodicesimo secolo), fino alla caduta del regno borbonico (XIX secolo).

1990 - Casa Editrice Fausto Fiorentino
pagine 114 + Iconografia
Euro 12,91 (Lire 25.000)

 

Prefazione
Abstract
Parere dei critici




 

 

     

.